L’ennesimo rogo nella “Terra dei Fuochi”

6 05 2013

Ieri, 5 maggio 2013, si è perpetuato sul territorio di Napoli est, l’ennesimo rogo tossico. Improvvisamente si è alzata una nube di fumo nero e denso, che per noi, che siamo diventati esperti, non potevano che essere copertoni, paraurti e pezzi di simile portata.

Lo stiamo gridando da anni che le istituzioni latitano e che consentono alla criminalità di fare i loro sporchi affari.

Non è possibile continuare in questo modo, siamo stanchi di vedere cadere i cittadini come soldatini. Ci si ammala non solo di cancro, ma questi danni li pagheranno le future generazioni, che già stanno subendo a livello neurologico e nella catena del DNA, oramai irreversibili.

Abbiamo cercato in questi anni di fare capire alle istituzioni che è possibile riciclare tutto, anche i copertoni ed i paraurti. Abbiamo avuto contatti diretti con le aziende che si occupano del riciclo di tali prodotti.

Possibile che si preferisce vederli andare in fumo e danneggiare la nostra salute, piuttosto che obbligare a chi fa questo lavoro di prendere contatti con le aziende?Ci sono la Ecopneus per i copertoni e la Trincar per i paraurti. Entrambe le aziende si preoccupano di ritirare questi oggetti, che per noi sono rifiuti, a costo zero per i cittadini e le amministrazioni.

 La Ecopneus con sede a Milano, è un’azienda che ritira i copertoni dopo previo accordo, riutilizzando il copertone e trasformandolo in altri materiali.

Stessa cosa la Trincar di Villaricca, che ha già fatto richiesta più volte al comune di Napoli di ritirare tali materiali, cioè paraurti a costo zero.

 Ci è stato detto da Del Giudice presidente dell’ASIA che è necessario fare un bando di gara.

Per noi va bene, ma ci chiediamo quando avverrà tutto questo?A nostro avviso, le istituzioni, sia per le leggi e normative nazionali, che regionali, si rendono complici di un mancato intervento. Non è sufficiente multare, per la criminalità organizzata sono degli spiccioli, che non intaccano minimamente il giro d’affari. Il M5S chiede interventi immediati, per colpire questi assassini, che si stanno macchiando di atroci delitti. Per il Movimento, l’unica strada da percorrere sarà, uniformare i reati ambientali, con i reati di mafia. Alla  vita deve essere data il giusto valore, cosa che non avviene più da decenni per il traffico di rifiuti nord-sud. 

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: